Regia
Gerry Petrosino

NON PIÙ IN SCENA
Atto unico
di Gerry Petrosino

Durata: 25 min
Anno di debutto: 2003
SINOSSI
Con l’atto unico: “Criminale da stra… pazzo”, Gerardo Petrosino affronta il tema della solitudine dell’uomo moderno. Pippo, il protagonista di questa storia, dai tratti vagamente grotteschi, racconta allo spettatore il suo male, appunto la solitudine. Ed è per ovviare ad essa, che da Bancario preciso, puntuale e stereotipato, decide di “darsi una botta di vita” tentando di rapinare la banca presso la quale lavora. Un gesto estremo, il suo, che mette in atto solo per far sentire la sua voce, per dimostrare al mondo intero che esiste anch’egli. Naturalmente “il colpo” fallisce, perché il nostro eroe non ha il coraggio e la scaltrezza che occorrono per compiere simili “misfatti”. Del resto Pippo, dei soldi non avrebbe saputo neppure cosa farsene, piuttosto il suo ridicolo tentativo di rapina, gli permetterà di incontrare una persona molto speciale, la quale sarà costretta ad ascoltare, come in una seduta psicanalitica, tutti i malanni dell’anima che il mite bancario si porta addosso. Finalmente, Pippo, attraverso le parole, riuscirà, come un fiume in piena, a raccontare se stesso, le sue debolezze, i suoi rimpianti, le sue paranoie, trovando nel racconto un comodo strumento per potersi allontanare dalla realtà.
TOURNÈE
DATA CARTELLONE TEATRO
16-05-2003 Prima assoluta Teatro Bertoni - Battipaglia (SA)
GALLERIA